Uomini e Palme

Palmiria

Palmiria: Gruppo Italiano Palme.

NEWSLETTER - MEMORANDUM
di Dies Palmarum

Inserisci la tua email :

Video e Photogallery

VII° Biennale Europea delle Palme

 

“Intrecci di palme, intrecci di cultura. Le palme della Riviera e d’Oltremare tra storia, cultura, religioni e tradizioni popolari”

Dal 5 al 7 dicembre è tornato a Sanremo il meeting europeo sulle palme.

DIES PALMARUM, Biennale Europea delle Palme è il prestigioso appuntamento che vede le palme protagoniste nella Città dei Fiori. La manifestazione, organizzata dal Centro Studi e Ricerche per le Palme in collaborazione con il Comune di Sanremo, è nata nel 1999 con un'edizione sul tema: Le palme della Riviera e della Costa azzurra, tradizione, biologia e coltivazione, si è rivelata uno straordinario momento d'incontro per botanici, studiosi, coltivatori e paesaggisti. 

Nelle varie edizioni che fino ad oggi si sono susseguite gli argomenti sono sempre stati diversi, con la partecipazione ai lavori di personalità del mondo scientifico internazionale, che hanno affrontato temi diversi, ma sempre di grande attualità, come gli aspetti fitosanitari, l’utilizzo dei palmizi nella progettazione paesaggistica e la potatura. Proprio le nuove tecniche di  potatura hanno visto utilizzare a Sanremo, per la prima volta, la bicicletta, strumento di nuova concezione che ha rivoluzionato la pratica colturale della potatura.

Dai Dies Palmarum del 2001 è giunto al mondo scientifico il primo allarme per il Punteruolo rosso, quando a Sanremo esperti internazionali ne avevano preannunciato l'imminente arrivo. Previsione che purtroppo, tre anni dopo si sarebbe rivela con tutta la sua drammaticità e la morte di migliaia di palme. 

Tra i personaggi di maggior rilievo che hanno aderito alla manifestazione si richiamano John Dransfield direttore del prestigioso Kew Gardens di Londra, Sandro Pignatti emerito botanico e autore della monumentale “Flora d'Italia”, l'illustre entomologo W. Howard e moltissimi altri esperti e ricercatori di fama internazionale.

Allo stesso tempo, nell'ambito della biennale sono sempre state numerose le iniziative collaterali come concorsi fotografici, mostre di antichi libri di botanica, presentazione di moderne strumentazioni agronomiche e dimostrazioni in campo di pratiche colturali.

La VII biennale si è svolta all'insegna del tema: Intrecci di palme, intrecci di culture. Per  tre giorni le palme del Mediterraneo sono state protagoniste di approfondimenti scientifici e culturali. Sono stati illustrati progetti e programmi di miglioramento e valorizzazione della palma da datteri nello scenario socio economico dei Paesi dell’area mediterranea. Ricercatori ed esperti provenienti da Algeria, Francia, Gran Bretagna, Italia, Libia, Marocco, Spagna e Tunisia hanno presentato studi e ricerche condotte nell’ambito della cooperazione internazionale. La Biennale è stata ancora una volta l’occasione per fare il punto sui sistemi di prevenzione e lotta contro i parassiti che minacciano le palme. Ampio spazio è stato dedicato alla biomeccanica, all’etnobotanica e alle tecniche di coltivazione. Tra le manifestazioni collaterali è stata allestita una mostra espositiva dedicata alla tradizione dell’intreccio delle palme sia per usi religiosi che del quotidiano. Si è potuto assistere al lavoro di maestri e artisti che intrecceranno “parmureli”, cesti e ornamenti.

Al termine delle giornate di studio - per favorire l’incontro tra le diverse culture – sono stati organizzati momenti conviviali con la degustazione di prodotti tipici dei paesi mediterranei rappresentati. 

Le palme sono state ancora una volta una straordinaria occasione per avvicinare popoli del Mediterraneo oggi distanti e in lotta tra loro. La palma come albero di vita, prosperità, pace e vittoria per le antiche civiltà, assume ancora oggi una straordinaria valenza simbolica e continua a donare generosamente cibo, ombra e protezione senza distinzione di razza e culto. 

 


 

ALLEGATI :

Programma Dies Palmarum 2013.pdf